Diese Seite verwendet Cookies, um dein Browser-Erlebnis zu verbessern. Wenn du auf dieser Seite bleibst, stimmst du der Nutzung unserer Cookies zu. Mehr Informationen. Ausblenden
Du verwendest einen Webbrowser, der nicht unterstützt wird. Manche Features werden eventuell nicht korrekt angezeigt. Bitte schaue dir die >Liste der unterstützten Browser für die optimale Darstellung an. Ausblenden
Arc-Neuigkeiten

Presentiamo Reisum

Von Fero
Do 25 Jun 2020 09:00:00 PDT

Il mondo di Reisum è ingannevole per natura. Dai picchi montani ricoperti di gelo alla tundra innevata, offre un panorama bellissimo. Il ghiaccio e la neve scintillano mentre riflettono i raggi di luce dal sole distante del mondo. Comunque, le temperature aspramente fredde e l’inverno quasi inesorabile rendono la vita sulla superficie di Reisum quasi insopportabile. L’esposizione prolungata alle temperature di superficie è nota per aver preso la vita perfino dei guerrieri più incrollabili e risoluti.

L’unica cosa più letale delle temperature di Reisum sono i suoi abitanti. I più brutali sono noti come Urikki, gigantesche creature guerriere che hanno una vaga somiglianza con i roditori della Terra. Gli Urikki sono diventati la forza dominante su questo mondo grazie alla loro forza e ferocia. Gli Urikki discendono dalle creature più piccole e numerose note come Emin. Gli Emin esistono ancora, vivendo come hanno sempre fatto, sotto la superficie in reti di tunnel noti come i Cunicoli. Molti anni fa, il primo e più illustre degli Urikki, Magir, pronunciò un giuramento di sangue a sua madre morente che gli Emin avrebbero pagato per i loro misfatti. A quest’oggi, la vendetta degli Urikki prende spesso la forma di scorrerie nei Cunicoli degli Emin nel mezzo dei mesi invernali più rigidi.

“Ricordate le grandi gesta dei dimenticati; poiché le loro lezioni sono state ottenute a caro prezzo. Il sangue di pochi viene versato troppo spesso per i molti. Che le loro ossa non diventino polvere mentre noi ci presumiamo coraggiosi... eppure viviamo timidi sotto la loro ombra.” - Atul, oratore per i morti

Le tribù degli Urikki impiegano spesso natanti da ghiaccio per attraversare le ampie distanze delle steppe aperte. Questi lunghi vascelli esili sono adornati con rune e pittogrammi che esaltano le grandi gesta del clan e celebrano i suoi guerrieri più coraggiosi. Le tribù della Tundra Nera sono note per vivere su versioni più grandi di questi vascelli aggraziati. Una carovana di tali natanti che slittano sui freddi banchi di ghiaccio è un vero spettacolo.

“Raduniamo pietre per commemorare i nostri gloriosi morti. Ogni pietra usata nell’aldilà per costruire la Grande Sala di Varussk. Ogni pietra per indicare un’unica lacrima per il loro passaggio da questo mondo al successivo. Come la pietra, le loro imprese rimangono intatte, come la pietra i loro ricordi sono duraturi. Noi, gli Urikki, ricordiamo... e li seguiamo nella gloria!” - Osvek, Hakun delle steppe settentrionali

 

 

remnant, rem-update, rem-news, rem-frontpage, rem-featured

hover media query supported